Honor 50 lo smartphone che va oltre il Ban

Honor 50 lo smartphone che va oltre il Ban

Ogni brand ha la sua storia, ed ogni telefono rappresenta per quel brand una storia a parte

Ecco, Honor 50, rappresenta una grande sfida per l’azienda Cinese che rinasce a nuova vita dal Ban Trump e dalle vicende legate alla ex casa madre Huawei.

Spesso, noi utenti, non ci soffermiamo abbastanza a pensare a ciò che stá dietro a questi oggetti che ci accompagnano, per tutto il giorno e per tutti i giorni.

“Honor 50 è un punto di svolta e di emancipazione da Huawei, che con questo prodotto punta a imporsi come una realtà nuova, in un ambito già molto affollato, a dire il vero”.

Dicevamo una svolta, sia hardware che software, anche con la sua personalizzazione, la Magic Ui 4.2, che nei piani di Honor, avrebbe dovuto rappresentare un taglio con la vecchia Honor. Cosa che gli è riuscita a meta visto che, purtroppo o per fortuna rimane un pò troppo simile alla personalizzazione di Huawei. Alla quale, ad essere onesti, molti utenti del robbottino verde sono affezionati.

La personalizzazione di Honor, però che in confronto alla sfortunata EMUI, ed anche grazie alla separazione da Huawei, guadagna un grande vantaggio, ovvero le Google App.

La storia e il Ban

Il marchio Honor nato nel 2013 da una costola di Huawei, si è all’inizio concentrato su smartphone di fascia medio-bassa.

In sette anni di attività è riuscito ad imporsi nel mercato della telefonia con un volume d’affari formato da oltre 70 milioni di smartphone spediti ogni anno.

Nel 2019 come tutti sappiamo arrivò il Ban da parte dell’amministrazione Trump e Huawei fu costretta a vendere la sua co-azienda per garantirne la sopravvivenza.

Nel giugno 2021 la serie Honor 50 ha debuttato nel mercato Cinese ed è subito diventato un punto di riferimento nella nuova storia dell’ex “sotto marchio” Huawei.

Honor 50 è stato presentato il 26 ottobre sul mercato globale e alla vigilia di questo evento la società ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito al supporto dei servizi google:

forniscono ai clienti un ambiente applicativo più ricco e un’esperienza mobile eccezionale”

Questa dichiarazione la dice lunga su quanto siano importanti le Google App. Cosa che, ad essere onesti, traina molto anche le vendite, perché sappiamo bene quanto sia fondamentale avere a bordo la suite Google per l’utenza Android.

Un altro potenziale handicap poteva essere rappresentato dall’hardware, problema che comunque non c’è, dal momento che la “nuova” Honor potrà avvalersi anche del supporto di Qualcomm, come specificato sul sito ufficiale dell’azienda Americana.

Honor 50 lo smartphone che va oltre il Ban

Come anticipato, a bordo troviamo la Magic UI 4.2 aggiornata ad Android 11, che include diverse funzionalità e tutte le app Google alle quali siamo abituati.

Una di queste novità, ha un risvolto legato alla produttività. L’aggiornamento della personalizzazione Honor supporta il multischermo, aiutando gli utenti a realizzare operazioni cross-device e multipiattaforma per aumentare l’efficienza.

Sia che studino, lavorino in remoto o acquisiscano e condividano contenuti con gli amici e colleghi.

Vale la pena citare anche un rinnovato l’Always On Display, personalizzabile e finalmente interattivo.

Da segnalare anche GPU Turbo X una tecnologia di accelerazione grafica.

Attraverso la quale lo smartphone è in grado di migliorare le prestazioni durante il gioco, ottimizzando al contempo il consumo energetico.

Per il resto non si discosta molto da quanto visto nelle relese precedenti e come dicevo prima ancora molto simile alla Emui, nell’estetica e nei vari menù.

Estetica prima di tutto

“Estetica e tecnologia”, sono sono i capisaldi che hanno ispirato il linguaggio stilistico di Honor 50, come ci ha detto ieri durante la presentazione online il CEO di Honor, George Zhao.

Sottile e leggero con i bordi arrotondati sia sul fronte che sulla back cover, dove oltre alle fotocamere di cui parleremo dopo,  troviamo una rifinitua a specchio che cambia colore in base a come viene colpito dalla luce.

Honor 50 standard, nella parte frontale ha  una cam da 32MP con FOV 90° ospitata in un foro nel display OLED da 6,57 pollici.

La variante Pro, rispetto al fratello minore, guadagna una seconda fotocamera grandangolare sempre incastonate nel fore sul display. Dimostrandosi fortemente ispirato ai Vlogger.

Sul retro troviamo invece il Dual Ring, vero segno distintivo della intera famiglia Honor 50, Due anelli in acciaio che racchiudono al loro interno il gruppo delle fotocamere. In uno troviamo la  principale da 108MP, nell’altro le altre 3, una ultra grandangolare da 8MP e da due da 2MP.

I due grandi cerchi, o Dual-ring come li chiama Honor, potrebbero sembrare addirittura esagerati come scelta estetica , ma tutto va considerato secondo i gusti personali.

“Solo l’anno scorso ci lamentavamo che gli smartphone erano tutti uguali”

Questo 2021 invece ci sta regalando grandi soddisfazioni dal punto di vista della diversità estetica.

Sebbene Honor e Huawei possano essere entità separate, la loro eredità intrecciata rimane evidente in tutto l’Honor 50, che ricorda molto Huawei P50, se mai lo vedremo sul nostro mercato.

Honor 50 lo smartphone che va oltre il Ban

Caratteristiche tecniche

La famiglia Honor 50, sarà composta da 3 smartphone, ovvero Pro, Standard (Vanilla) e SE.

È proprio da questi modelli che l’azienda intende ripartire.

Cercando di mettersi alle spalle le voci che la vorrebbero in serio pericolo di ban oltre oceano a causa dei presunti rapporti in corso con l’ex società madre e il governo nazionale cinese.

La star è lui Honor 50 Pro, un medio gamma che punta veramente in alto, alimentato dal chipset Snapdragon 778G, creando una proposta di fascia medio-alta piuttosto potente.

Il telefono monta un pannello OLED curvo FHD + da 6,72 pollici con una frequenza di aggiornamento di 120Hz, una batteria da 4.000 mAh e una ricarica cablata da 100 W.

Quest’ultimo promette una carica completa in 25 minuti. Manca tuttavia la ricarica wireless.

Honor 50 condivide molto con la variante Pro,  c’è lo stesso Snapdragon 778G, uno schermo OLED FHD + da 6,57 pollici leggermente più piccolo, lo stesso gruppo di fotocamere posteriori e la stessa fotocamera selfie da 32 MP senza, però, la fotocamera selfie secondaria da 12 MP.

Honor 50 dispone di una batteria piu capiente del Pro (4.300 mAh contro 4.000 mAh), ma la ricarica cablata scende a 66 W (ricaricando la batteria in 45 minuti)

Infine, Honor 50 SE è un dispositivo che si rivolge ad un publico meno esigente, anche se sulla carta non è niente male.

Monta un pannello LCD FHD + LTPS da 6,78 pollici, un SoC MediaTek Dimensity 900 5G e una batteria da 4.000 mAh con ricarica cablata da 66 W (passando da zero a pieno in circa 37 minuti).

La fotocamera selfie, è da 16 MP, mentre al posteriore troviamo tre obbiettivi, uno da 108 MP, un sensore ultra-wide da 8 MP e un obiettivo macro da 2 MP).

 

Honor 50 lo smartphone che và oltre il Ban

Caratteristiche tutto sommato buone per uno smartphone medio-gamma.

Il comparto fotografico

Composto da un totale di cinque sensori, quattro posteriori e uno per i selfie.

Il sensore principale da 1/1,52″ gode di un’apertura f/1.9.

Permette di far entrare più luce attraverso l’obiettivo, e supporta uno zoom digitale 10x per le foto e 6x per i video.

Come anticipato abbiamo poi un sensore grandangolare da 8 MP, con angolo di 112° e un’apertura f/2.2.

Una fotocamera bokeh da 2 MP per donare una sfocatura a ritratti e non solo, e una macro da 2 MP per gli scatti più ravvicinati.

Per quanto riguarda i video HONOR 50 è dotato di sei modalità di ripresa multivideo

Con combinazioni che sfruttano contemporaneamente la fotocamera anteriore e quella posteriore, soprannominata da Hinor, registrazione Dual View.

Poi c’è anche la modalità Story, la quale include invece nove set che aiutano a creare video basati su diversi scenari di ripresa.

Honor 50 Pro è dotato di doppie videocamere frontali, offrendo ogni volta immagini ad alta qualità.

Il grand’angolo e la modalità notte sono disponibili anche per le videocamere nella parte anteriore, lasciando ancora più scelta durante per tutti quelli che sono interessati a fare dei video blog.

Prezzi

Honor 50 a partire da € 529 per la variante da 6 GB / 128 GB mentre l’opzione 8 GB / 256 GB saranno necessari € 599. Invece per la variante Lite esiste solo la variante 6GB / 128GB, che verrà € 299.

Prezzi molto interessanti per una famiglia di smartphone che se mantengono tutte le promesse.

Potrebbero essere una bella ventata d’aria nuova per questo 2021.

Honor 50 lo smartphone che va oltre il Ban