OnePlus 9 Pro

OnePlus 9 Pro

OnePlus presenta i due smartphone e uno smartwatch

Il produttore cinese rinnova la sua offerta di fascia alta forte della nuova collaborazione fotografica con il marchio Hasselblad, come vi avevamo anticipato. Per l’occasione presenta anche l’OP Watch, il primo dispositivo indossabile dell’azienda.

 Si punta al Top senza mezzi termini

I due modelli della serie 9 sono due flagship OnePlus a tutti gli effetti, privi di quei compromessi progettuali. Ora l’azienda intende lasciare ai suoi prodotti di fascia media e medio-bassa della serie Nord. Entrambi montano un Qualcomm Snapdragon 888, il più potente e performante chipset disponibile in ambito Android.  Puntando come oramai la maggior parte dei brand sta facendo su di una modalità di ricarica rapida all’avanguardia, sia via cavo sia wireless.

Le linee riprendono quelle classiche e semplici del design OnePlus ma sul modello Pro, tornando al  display curvo, che può piacere o meno, ma che comunque fa scomparire i bordi laterali.

I due smartphone inaugurano soprattutto la collaborazione triennale di OnePlus con il marchio Hasselblad, volta a migliorare la qualità delle fotocamere dei dispositivi del brand grazie a calibrazioni e miglioramenti computazionali.

La collaborazione si riflette anche nella scelta delle colorazioni del modello Pro, che arriva in varie finiture brillanti e specchiate che – soprattutto nella versione Morning Mist – sono un riferimento alle finiture tipiche delle fotocamere del marchio svedese e alle imprese spaziali di Hasselblad.

La variante Pro

OnePlus 9 Pro monta un display OLED di nuova generazione da 6,7” con LPTO, 10-bit di profondità del colore e “Smart 120Hz”, cioè una frequenza di refresh che varia istantaneamente da 0 a 120 aggiornamenti al secondo sulla base del contenuto mostrato a schermo. Il display è dotato anche di HyperTouch, una tecnologia che porta fino a 360Hz la frequenza di rilevazione del tocco sullo schermo. È una caratteristica che può interessare i gamer e che segnaliamo perché tecnologicamente rilevante, ma che non offre particolari vantaggi rispetto a frequenze di aggiornamento più basse durante l’uso quotidiano del display.

Ricarica Super Rapida

Nuove opzioni di ricarica rapida e finalmente su tutti e due i modelli OnePlus di punta arriva la ricarica wireless. Su OnePlus 9 è una normale ricarica senza fili compatibile Qi a 15W, mentre sul modello Pro è abilitato il Warp Charge 50 Wireless, una tecnologia che ricarica le due celle della batteria (volume totale: 4500mAh) con una potenza di 25W ciascuna. Per arrivare al 100% di carica con Warp Charge Wireless ci vogliono solo 43 minuti. Ma c’è un ma: per abilitarla serve lo speciale wireless charger di OnePlus (si compra a parte e costa 70€). Nella confezione dello smartphone è comunque incluso il caricabatterie per la ricarica Warp Charge 65T, con cui si può ottenere un giorno di autonomia in 15 minuti (e si passa da 0 a 100% in 29 minuti).

Fotocamere di Alto Lignaggio

Tutto il marketing della serie 9 è ora incentrato sulle nuove fotocamere realizzate in collaborazione con Hasselblad. La prima cosa da capire è che cosa comporta davvero questa collaborazione.

La partnership riguarda solo la calibrazione del colore e dei sensori dei nuovi smartphone. Suggerendo che quelle dei nuovi smartphone non vadano intese come “fotocamere sviluppate da Hasselblad”.

Le fotocamere sono una 48 megapixel ƒ/1.8 stabilizzata otticamente e dotata di dual ISO nativo e possibilità di scattare immagini in formato RAW a 12 bit.

La fotocamera secondaria è una 50 megapixel ƒ/2.2 grandangolare con messa a fuoco automatica e possibilità di utilizzarla quindi anche in modalità “super macro”.

A chiudere il tutto troviamo una 8 megapixel ƒ/2.4 stabilizzata otticamente zoom 3,3X e una 2 megapixel in bianco e nero per massimizzare il dettaglio.

La fotocamera frontale è una 16 megapixel ƒ/2.4 incastonata nell’angolo dello schermo all’interno di un foro.

Display a basso consumo energetico

OnePlus 9 Pro ha a disposizione un display da 6,7 pollici (appena più piccolo dello scorso anno) con luminosità di picco di 1.300 nits e sempre risoluzione QHD+ (1440 x 3216 pixel). Lo schermo ha un refresh rate variabile fra 1 e 120 Hz, permettendo di ottimizzare l’autonomia e al tempo stesso offrire una fantastica esperienza d’uso quando necessario. Abbiamo poi anche un touch sampling di 360 Hz e il pieno supporto all’HDR10+. È facile pensare che sia lo stesso pannello visto su OPPO Find X3 Pro.

OnePlus Watch

Durante l’evento di lancio di oggi OnePlus ha presentato anche il suo Watch. È il primo dispositivo indossabile che il brand cinese commercializza in Europa, e rappresenta il primo passo per la costruzione di un ecosistema OnePlus.

Il design rotondo del OnePlus Watch è stato pensato per ricordare un orologio tradizionale. La cassa misura 46 mm ed è realizzata in acciaio inossidabile, con vetro curvo 2.5D sul quadrante e un motivo lucido sulla lunetta del display.

Le funzioni sono quelle che si può aspettare da uno smartwatch: permette di visualizzare e rispondere alle notifiche, comporre e rispondere alle telefonate, riprodurre musica e scattare foto. OnePlus Watch è dotato di 4 GB di memoria ed è compatibile con la maggior parte degli auricolari Bluetooth.

OnePlus Watch è certificato IP68 fino a 5 atmosfere ed è compatibile con più di 120 tipologie di allenamento, incluso il nuoto. Da segnalare inoltre la possibilità di misurare la saturazione di ossigeno nel sangue e la presenza del GPS, indispensabile per utilizzare efficacemente app sportive come Strava.

OnePlus 9 Pro il tasto dolente

OnePlus 9 Pro è disponibile nelle versioni 8/128 e 12/256 ad un prezzo che parte da 919€, esattamente lo stesso del 2020. Non proprio pochino, per chi una volta si vantava di essere un brand “Ammazza Flaghship”. Comunque alla fine il prezzo è allineato, anche se non più economico, rispetto alla concorrenza. Quello da tenere in considerazione quando si parla di OnePlus è piuttosto il fatto che il prezzo raramente scende in modo importante rispetto al lancio nei mesi successivi. La variante più costosa ha un prezzo di 999€.