Snapdragon 888 sarà il chip di riferimento

Snapdragon 888 sarà il chip di riferimento

Questa mattina al Snapdragon Tech Summit, un evento annuale organizzato dal produttore per presentare i nuovi prodotti che saranno equipaggiati dalle future generazioni di smartphone.
Qualcomm ha ufficialmente annunciato il nuovo SoC top di gamma Snapdragon 888.
Il chip che sino ad ora abbiamo conosciuto con il nome di Snapdragon 875 ha queste caratteristiche tecniche, un core derivante dal Cortex X1 e 3 dal Cortex-A78.
Qualcomm, continuerà a puntare tutte le sue carte sul tema del 5G, lo Snapdragon 888 5G Mobile Platform,  il SoC farà affidamento sul modem Snapdragon X60 annunciato ad inizio anno.
Quest’ultimo processore garantirà una copertura ancora più ampia verso le bande 5G (sia sub 6GHz che mmWave) adottate dai principali operatori in tutto il mondo.
Abbiamo quindi, il pieno supporto a tecnologie come il 4K QAM (una nuova tecnica di modulazione) e al supporto ai canali a 160 Hz sia a 5 che a 6 GHz.

Snapdragon 888 è arrivato e ha tante nuove funzioni

Un SoC è prima di tutto un processore , per la prima volta realizzato a 5 nanometri.
il cuore pulsante di questo Snapdragon 888 5G.
Il suo nome è Kryo 680 CPU e ovviamente è ancora una volta un processore octa core. Mentre le prestazioni aumentano del 25% rispetto alla precedente generazione, i consumi calano della stessa percentuale. Kyro 680 è così composto: un ARM Cortex-X1 (per la prima volta) da 2,84 GHz, che è la CPU prime di questa configurazione con 1MB di cache L2, tre ARM Cortex-A78 da 2,4GHz (512KB L2) e quattro ARM Cortex-A55 da 1,8 GHz (128KB L2), rispettivamente i processori performance e efficency. Il tutto ha 3MB di cache di sistema e 4MB di cache L3.
Specifiche a parte, sono le nuove funzioni a rendere particolarmente eccitante la presentazione del nuovo chipset Qualcomm.
Qualcomm ha aumentato anche le funzioni AI sul nuovo Snapdragon 888, che mostra un incremento in termini di operazioni per secondo rispetto il suo predecessore da cui, peraltro, deriva una migliore gestione dei consumi.
Qualcomm AI Engine di sesta generazione in grado di eseguire sino a 26 TOPS (tera operation per second) e offre supporto alla seconda generazione della tecnologia Qualcomm Sensing Hub, grazie alla quale la gestione dei sensori e alcune operazioni AI possono essere eseguite in modalità always-on.

Sicurezza

Ci sono poi due belle novità anche nel campo della sicurezza. La prima si chiama Hypervisor che permette di sfruttare l’accesso biometrico (facciale o con l’impronta) per gestire al meglio contenuti che devono rimanere separati “a compartimenti stagni” nel proprio smartphone.

L’altra novità riguarda invece il comparto fotografico. Snapdragon 888 5G è infatti il primo SoC a rispettare gli standard imposti dal Concent Authenticity Initiative. Cosa vuol dire? Aziende come Qualcomm, Adobe, Truepic e The New York Times hanno creato un consorzio per creare uno standard che possa garantire l’autenticità dei contenuti.

Novità anche per i videogiocatori

Chi gioca spesso con lo smartphone sarà contento della nuova piattaforma Snapdragon Elite Gaming, ricca di funzioni dedicate ai videogiochi, Qualcomm promette anche grandi passi avanti per quanto riguarda le prestazioni grafiche, annunciando il più grande salto di prestazioni mai visto su una GPU Adreno.

Anche in questo caso le caratteristiche sono esaltanti, l’azienda ci tiene a ricordare che elementi come il supporto ai 144 fps e ai driver aggiornabili fanno già parte del pacchetto.

Call of Duty Mobile, Fortnite e PUBG sono tra i giochi nominati durante il lancio, quindi ci aspettiamo dei miglioramenti evidenti per questi titoli sui futuri smartphone Android.

Snapdragon 888 trasforma gli smartphone in fotocamere professionali

Grazie ad un nuovo Spectra IPS il processore dedicato all’immagine può gestire fino a 2.7 gigapixel al secondo, 120 fotografie da 12 megapixel. “Lo Snapdragon 888 è tre volte più potente sul fronte della fotografia computazionale e permetterà di trasformare gli smartphone in fotocamere professionali” afferma Qualcomm.

Spectra 580, la più grande novità a livello fotografico, è che questo componente è ora dotato di ben tre ISP (ovvero veri e propri processori d’immagine separati)

Snapdragon 888 sarà il chip di riferimento

Tutti i maggiori produttori di Smartphone sono già in fila

La lista dei 14 produttori che adotteranno il SoC e tra questi – curiosamente – non figura Samsung. L’elenco infatti include: ASUS, Black Shark, Lenovo, LG, Meizu, Motorola, Nubia, Realme, OnePlus, OPPO, Sharp, Vivo, Xiaomi e ZTE. Tra questi sarà proprio Xiaomi a portare in commercio il primo smartphone con Snapdragon 888, ovvero il prossimo Mi 11.