LG esplora il futuro

LG esplora il futuro

Cosa si nasconde dietro la filosofia di Explorer Project?

LG brand storico, tra i primi assieme a Samsung e Htc a credere in Android nel lontano 2009 cambia ancora tutto, e lo fa inaugurando una filosofia.

“Life gets better in unecpected ways when you discover the unexplored“, letteralmente: “La vita migliora in modi inaspettati, quando scopri l’inesplorato”.

Questa è la filosofia che sta dietro ad LG Explorer Project.

“LG e i suoi partner credono che sia fondamentale offrire ai consumatori un’esperienza nuova e differenziata in ambito smartphone”.  [fonte: Morris Lee, presidente della Mobile Communications Company di LG].

LG esplora il futuro e prova a cambiare il punto di vista col quale interagiamo con i nostri telefoni. E lo fa avvalendosi della preziosa partnership di aziende leader nella distribuzione di contenuti multimediali in streaming, Rave, Fitco, Tubi e Naver.

Per questo prova ad osare con una caratteristica stilista molto particolare, un dual screen, non con 2 display uguali uno affiancato all’altro come sull’ultimo Lg Velvet.

Ma ben si con due schermi sovrapposti che ruotando in senso orario a 90° vanno a formare una T.

LG esplora il futuro

Particolare conformazione a T  che ricorda un vecchio LG commercializzato in Italia nell’era pre-smartphone: LG U900

 

Ma tornando a due schermi di LG Wing, che sono l’elemento che più spicca in questo smartphone, proviamo a descriverli

Il più grande P-oled da 6,8 pollici FHD+ da 2460×1080 rapporto di forma 20.5:9 e 395 ppi a 60hz, il più piccolo da 3,9 pollici OLED 1080×1240 pixel.

Oltre ai dati tecnici LG punta tutto sull’esperienza d’uso e sulla versatilità, ma andiamo con ordine.

Le caratteristiche tecniche non sono da top gamma a partire dal processore, certo c’è il 5g ma non monta 865, ben sì il sempre ottimo Sanpdragon 765g di Qualcomm, presente su quasi tutti i medio gamma di quest’anno.

Accompagnato da 8gb di Ram e 256 gb di storage interno non espandibile. Il comparto fotocamera ospita una selfie cam a scomparsa pop-up, altro elemento che contraddistingue LG Wing dalla stragrande maggioranza dei prodotti in commercio, da 32 Mpx.

Mentre il gruppo principale è composto da 3 fotocamere, una 64MP con obiettivo grandangolare stabilizzato e sensore a risoluzione ultra-alta, una 12MP Ultra Grandangolo con Pixel Grandi e una 13MP Ultra Grandangolo.

LG esplora il futuro

 

LG esplora il futuro

 

Ma a cosa servono questi 2 schermi?

Sembra evidente quanto LG punti più sull’ idea che accompagna Wing che sulla forza bruta di una scheda tecnica tutta muscoli.
Come mostrato in foto, durante una navigazione si possono gestire chiamate o ancora gestire la musica.

Anche  mentre si gioca avere un estensione sullo schermo più piccolo del gioco al quale stiamo giocando.

Oppure avere un’esperienza multitasking potenziata, immagino mentre navighiamo su Crhome sullo schermo più grande, massaggiare su quello più piccolo o viceversa.

Insomma LG, che non sta attraversando un periodo roseo in quanto a vendite, ce la sta mettendo tutta per offrirci una ventata d’aria fresca, in un ambiente che da troppo tempo si stava appiattendo.

Con la speranza che offrendo prodotti che si discostano dall’ offerta tradizionale, questo possa riaccendere l’entusiasmo nelle persone.

Brava LG!

Resta da capire la risposta del pubblico ad un prodotto tanto particolare, anche perché a quanto si vocifera non sarà economico, sembrerebbe che il prezzo possa aggirarsi sui 1000€.

Capiamoci nulla di diverso rispetto ai tanti top gamma attualmente in commercio, che però forse non vantano la stessa personalità.

Solo il futuro ci sarà dire se la scelta di LG porterà un risultato tangibile o se rimarrà un bel progetto e basta.

Tutto ciò che esula dall’ordinario andrebbe premiato (n.d.r.)