Fotocamera super sui nuovi Galaxy S

Fotocamera super sui nuovi Galaxy S

Secondo SamMobile, Samsung sarebbe intenzionata ad inserire sul nuovo flaghship della serie S dell’anno prossimo un nuovo modulo a 4 fotocamere con al suo interno 2 teleobiettivi.

Non una novità assoluta, dal momento che già quest’anno sia Xiaomi con Mi10 pro e Note10 ha offerto caratteristiche simili.

Cosa che pure Huawei con il top gamma P40 pro con 2 teleobiettivi (3x e 10x) ha già fatto.

Novità che comunque dovrebbero riguardare esclusivamente il modello di punta, quello

che dovrebbe essere il Galaxy s21 ultra o molto più probabilmente dovrebbe chiamarsi

S30 Ultra.

Ma a cosa possono servire 2 teleobiettivi?

Semplice avere migliore varietà di immagini di qualità a lunghezze focali maggiori e una definizione migliore negli ingrandimenti, dal momento che per zoom superiori al 10 x era sempre stato necessario utilizzare trucchi software.

Tutto questo rende  la foto spesso poco definita e di conseguenza non utilizzabile, in questo modo affiancando un altro teleobiettivo si ovvierebbe al problema.

Ricapitolando, il nuovo modulo quadruplo dovrebbe contenere una fotocamera principale sempre da 108 mpx, una ultra wilde da 12 mpx e i due citati zoom 3x e periscopio 5x, abbandonando quindi il sensore 3D Tof (che ho sempre ritenuto inutile).

Purtroppo però i suoi 2 dispositivi  non si avvarranno di tale caratteristica, rimanendo di fatto quasi identici ai modelli di quest’anno, perdendo come il fratello maggiore pure loro il sensore Time of Fligh.

E’ lecito pensare (n.d.r.) che, come dimostrato anche da Google nei suoi telefoni, il comparto hardware abbia si la sua importanza ma come accade spesso a fare la differenza è il software e ad essere onesti, i moduli fotocamera troppo sporgenti e ingombranti risultano il più delle volte scomodi.

Occorre quindi  riuscire ad ottenere lo stesso risultato senza avere un ingombro eccessivo

Il tempo ci dirà cosa riuscirà a fare Samsung , sempre al vertice per  la “resa” nelle foto

Con l’avvento dei pieghevoli, dispositivi che sono sia per costo che prestigio i  top gamma, le serie S e Note sono destinate a fondersi (n.d.r.).