Apple la stringa in Sindhi blocca i dispositivi

Apple la stringa in Sindhi blocca i dispositivi

Lo scherzo di qualche amico potrebbe costare caro al vostro iPhone iPad o Mac.

Definirla “stringa” non è proprio corretto, sono dei caratteri contenuti in un messaggio che si diffonde soprattutto tramite Instagram e WhatsApp.

Ad essere indenne sembrerebbero al momento solo le beta recentissime, mentre le versioni rilasciate al pubblico come iOS 13.4.1 no.

Ma cosa fare se qualche buontempone decide di inviarci il messaggio?

Prima cosa non farsi prendere dal panico, su Instagram dovesse essere visualizzato il messaggio, chiedere al mittente di annullare l’invio oppure eliminarlo in autonomia.

Il telefonino potrebbe non rispondere adeguatamente per qualche minuto.

Tramite WhastApp sembrerebbe invece molto più complicato risolvere il disagio della ricezione.

Difatti lo smartphone è praticamente inutilizzabile, non risponde ai comandi e tanto meno è possibile spegnerlo.

L’hard reset potrebbe essere la soluzione, anche se il blocco dovrebbe durare al massimo cinque minuti.

Molti utenti sono impegnati in forum dedicati al problema in particolare su Reddit, blog che si occupa anche di tecnologia, ma le proposte più gettonate sono di effettuare il jailbreak e sostituendo la stringa in Sindhi con un testo avente altri caratteri ( soluzione questa che INVALIDA LA GARANZIA).

La prima stringa apparsa riporta la bandiera italiana (Italian Falg Tex Bomb il nome dello pseudo virus) ma sono i caratteri  Sindhi, lingua pakistana e in parte dell’india es.  Sindhiسنڌي , Urdu: سندھی , Devanagari: सिन्धीSindhī

che bloccano i dispositivi.

Apple la stringa in Sindhi blocca i dispositivi

Come detto il bug che affligge i dispositivi Apple (su Android la stringa non ha nessun effetto) dovrebbe essere passeggero e non distruttivo.

Dovremmo attendere sicuramente un aggiornamento risolutore, sperando nella tempestività dell’azienda di Cupertino

Apple: nessuna prova di attacchi hacker verso il suo sistema operativo

ZecOps ha scoperto delle falle nella sicurezza in tutte le versioni di iOS, a partire dal 2012.

Preda ovviamente gli utenti, con continui attacchi dai cyber-criminali.

Anche in passato ci sono stati problemi come “effective. Power ” oppure “Black dot of death” oppure il testo indiano che bloccavano i cellulari .

La cadenza della comparsa di questi bomb message, simboli o caratteri misti ad  immagini, è mediamente annua

Nonostante ZecOps affermi che le sue ricerche sono assolutamente valide, Apple nega quanto asserito dal sito specializzato negli attacchi cibernetici aggiungendo che i bug non rappresenterebbero un rischio immediato per i gli utenti.

Stranamente i risultati dei ricercatori del blog sono emersi in concomitanza con il “virus” che affligge i dispositivi Apple che non dovrebbe essere poi come detto un problema di difficile risoluzione.

La parola d’ordine è dunque celerità da parte del colosso americano e buon senso da parte degli utilizzatori di dispositivi, evitando di inviare questo tipo di messaggio che di divertente davvero non ha proprio nulla.

Apple la stringa in Sindhi blocca i dispositivi, se avete soluzioni da consigliare ai lettori, non esitate a scriverle nei commenti.