Iphone a utenti in quarantena

Iphone a utenti in quarantena.

2.000 iPhone sono stati dati a persone bloccate su una nave da crociera  al largo del Giappone a causa del coronavirus

Il motivo?

La nave da crociera Princess è ferma nell’oceano Pacifico nei “pressi” del Giappone, in quanto è stato confermato un caso di coronavirus.

Ovviamente EA non vuole entrare nel merito delle problematiche di questa “epidemia” che esula dalle competenze informatiche, ma è una notizia che  ci ha incuriositi.

Android Authority ne da ampio risalto, fornendo come fonte  http://www.macotakara.jp/

Alcuni funzionari giapponesi, per intrattenere i passeggeri hanno distribuito 2.000 smartphone.

Inizialmente si  era orientati per dispositivi Android (molto più economici probabilmente) ma un timore li  ha pervasi.

Tutto lasciava pensare che  il motivo della scelta Ios a dispetto di Android fosse per il noto gioco Arcade (pare che funzioni meglio su Apple), ma poi le precisazione degli stessi funzionari.

SoftBank è l’app che avrebbe consentito ai passeggeri della nave di poter accedere al Ministero della Salute giapponese.

Il Ministero della salute, del lavoro e del welfare giapponese ha confermato il caso del coronavirus sulla nave da crociera Diamond Princess, ora isolata a bordo del mare. Forniremo circa 2000 unità di iPhone gestite da Softbank e ci sarà un’unità di telefono per cabina in ogni cabina passeggeri e sala equipaggio. Accedi all’app speciale del Ministero della Salute, del Lavoro e del Benessere giapponese per chiedere in chat di farmaci o qualsiasi altra cosa che possa interessarti. L’app prenoterà una sessione di consultazione con un medico.

Iphone distribuito a utenti in quarantena

È interessante notare che gli iPhone siano stati distribuiti e non  telefoni Android, a causa di un problema logistico

Si temeva che le persone non sarebbero in grado di scaricare l’app richiesta dal Google Play Store registrato in un paese diverso dal Giappone.

Dovrebbe trattarsi di Iphone 6S e molto probabilmente non dovrà essere restituito

L’augurio di tutti noi è che al di là del Sistema Operativo, del dispositivo usato è che queste persona facciano presto ritorno a casa.