LG G8x: geniale o deludente?

LG G8x: geniale o deludente?

LG è ormai una nota casa produttrice anche di smartphone e cellulari di vecchio stampo

Da tanti anni LG è nel mondo della telefonia mobile e la maggior parte degli italiani, almeno una volta hanno posseduto un suo dispositivo.

Il 2019 è stato un buon anno per LG, tra i vari dispositivi c’è il G8x ThinQ.

Rilasciato il 21 Novembre in Italia, perché parlarne ora?

Probabilmente perchè l’interesse dei fan ha trovato riscontro nei confronti del device in ritardo, ma di settimana in settimana ha recuperato terreno nel gradimento.

“Ha dunque  senso l’acquisto di questo G8x o meglio il G8s?”

Vediamo dunque se vale la pena l’acquisto di questo G8x.

    Un terminale tutto da scoprire,  Scheda tecnica

  • Dimensioni 159,3 x 75,8 x 8,4 mm
  • Peso 192g
  • Tecnologia IP68 certificata
  • Display 6,4 pollici Oled con risoluzione di 1.080 x 2.340 p
  • Protezione Display Gorilla Glass 5
  • Fotocamera frontale 32MP f/1.9
  • Fotocamere posteriori 12MP Principale f/1.8

                                                    13MP Grandangolare di 136° f/2.4

  • Risoluzione massima dei video 4K a 30fps
  • Risoluzione massima dei video con fotocamera frontale FHD a 60fps
  • Processore Qualcomm Snapdragon 855
  • Risoluzione massima delle foto 000 x 3.000 p
  • RAM 6GB
  • ROM 128GB
  • Espansione di memoria MicroSD fino a 2TB
  • Batteria 4000mAh
  • Sistema operativo di base Android 9 Pie
  • Jack Audio da 3,5mm Provvisto

Considerazioni

In realtà le specifiche ci indicano un G8x simile al G8s con alcune differenze: più stretto e più lungo, una fotocamera posteriore in meno.

Possiede però una fotocamera frontale decisamente migliore rispetto al G8s e il notch più piccolo.

Molto interessante è la batteria maggiorata e  quindi con un’ importante differenza di durata di autonomia.

Su questo ultimo punto c’è da dire un grosso “ma”,  che  andremo a scoprire tra poco.

Il punto forte di questo G8x è la cover speciale fornita da LG

Inserendo il dispositivo nella cover, permette di avere sia un secondo Display touchscreen all’interno della stessa, sempre da 6,4 pollici con stessa risoluzione,  sia un altro Display più piccolo posizionato al di fuori, che serve solo per visualizzare l’ora e vedere se ci sono notifiche.

Non essendo touchscreen  però non permette nè di eliminare le notifiche nè di rispondere direttamente,  per cui per eseguire tali azioni occorrerà aprire e visualizzare o direttamente dallo smartphone o dal Display secondario di cui abbiamo appena parlato.

“Ma a cosa serve questo secondo Display? Ed è veramente utile?”

1)Vi starete chiedendo e cercheremo di dare risposte concrete, altrimenti potremmo grossolanamente affermare che il secondo Display ha diverse funzioni che andremo ad elencare.

2)Per la seconda domanda non c’è una risposta generica per tutti, dato che se lo smartphone lo andrete ad utilizzare per una o più cose dedicate al doppio schermo ( di seguito elencate) allora si, se invece non vi servono o non siete interessati allora no.

Doppie applicazioni:

si possono gestire due applicazioni a schermo intero, aprendone una sullo schermo del device e l’altra sul secondo Display integrato nella cover, comoda per navigare su un browser o andare su i vari Social (Facebook, Instagram, WhatsApp, Telegram, ecc) su un Display e contemporaneamente sull’altro guardare un video su YouTube o film sulle app di streaming come Netflix o Amazon Prime Video (o qualsiasi altra app)

Ma si può anche decidere di aprire la stessa app su entrambi i Display e compiere azioni diverse (ad esempio aprire Chrome su entrambi e andare su due siti diversi), un aspetto che è utile ed interessante è che in qualunque momento è possibile invertire le app aperte su i due Display (se ad esempio abbiamo aperto Facebook su quello di sinistra e YouTube su quello di destra e se siamo destri e non mancini, per poter invertire basterà premere i tasto virtuale posto in menù a scomparsa sul Display dello smartphone, al post di chiudere tutto e riaprire solo per invertire);

Tutto schermo:

aprendo un qualsiasi browser si può decidere di aprirlo sfruttando ambe due i Display per avere una visione più ampia e comoda nell’eventualità si vuole leggere un testo molto lungo (tale funzione è abilitata sfruttando sia l’accelerometro sia il giroscopio del dispositivo, per cui ruotando lo smartphone la schermata ruoterà continuando a sfruttare entrambi i Display finché non si deciderà di disabilitare tale funzione);

Gaming:

anche se il G8x non è vero è proprio device strutturato per il Gaming (come Rog Phone 2 e simili), la possibilità del secondo schermo integra una funzione utile e comoda per gli amanti del mondo videoludico anche su smartphone, ossia, è possibile sfruttare uno schermo per aprire il gioco e l’altro utilizzarlo esclusivamente per i comandi, infatti nel Game Launcher del G8x è già settata tale funzione e offre già alcuni tipi di controller già creati di base ed è anche crearne alcuni personalizzati con tante possibilità di scelta;

Mini PC:

funzione molto utile per chi usa il proprio smartphone per scrivere documenti per lavoro o per altro, infatti è possibile aprire ad esempio Microsoft Word su uno schermo e sfruttare l’altro solo per la tastiera, quindi proprio come un mini PC portatile.

Bene o male le funzioni più interessanti sono queste, comunque ora vediamo quel famoso “ma” di cui parlavamo prima a proposito della batteria, se si utilizza questa cover ed entrambi i Display.

Considerando che i due schermi presenti nella cover non hanno una batteria propria e quindi per alimentarsi usano la batteria dello smartphone, questo implica il consumo della batteria sarà di circa il 20% in più (e ovviamente sarà anche più pesante e più spesso) rispetto all’uso dello smartphone senza quella cover.

Considerazioni finali e prezzo

Conoscendo ora il dispositivo fino in fondo ci sono da dire un paio di cose, da premettere però che questa non è una critica ad LG:

1)La scelta di fare uno smartphone simile al G8s con quelle cose in più e cose in meno che abbiamo visto prima.

Si al fatto di mettere la cover inclusa nella confezione di vendita con uno schermo pari a quello dello smartphone (a differenza della scelta presa per V50 che non era inclusa ecc) ha senso questa scelta , visto che ormai stiamo entrando nella nuova generazione, ossia quella dei Foldable Phone e dunque: non era meglio puntare su un pieghevole?

2)Il prezzo da listino di LG G8x ThinQ è di 949€, si trova già a meno di circa 100€ ma considerando quei limiti di dati tecnici, possiamo sorvolare sul fatto che ha solo due camere sul retro.

Ma ad esempio il processore Snapdragon 855 (non Plus) già è un errore, poi considerando che già all’ uscita di questo terminale c’erano le versioni 865, poi  la RAM da 6GB quando le concorrenze (anche quelli usciti prima di Novembre) offrono 8 e 12 GB e altre piccole accortezze

Vale la pena di spendere la cifra pari al costo di questo dispositivo considerando che con cifre simili si può optare per un S10 Plus o P30 Pro e spendendo qualcosa in più altri terminali come: Note 10 Plus, Mate 30 Pro, Pixel 4XL ecc.?

Senza screditare queste scelte come detto, valutiamo una cosa su primo punto, ossia che magari LG ha optato per questa volta per un doppio Display come un prototipo di un pieghevole.

Quindi potrebbe essere un’anticipazione di un Foldable Phone di LG che vedremo nell’ arco di questo 2020, staremo a vedere cosa ci riserverà LG quest’anno.