Uso responsabile e controllo dello smartphone degli adolescenti con Google Family Link

Ricordiamo che  Google Family Link è un servizio di controllo parentale di Google, disponibile anche su iOS, sull’uso dello smartphone dei minori di 14 anni.

L’applicazione viene sfruttata pure a “discapito” dei più grandi e si divide in due parti:

  • Google Family Link per genitori che va installata sullo smartphone dei genitori;
  • Google Family Link per bambini ed adolescenti da installare sullo smartphone dei figli.

Le due applicazioni sono collegate in remoto,  sulla prima si potranno impostare dei limiti di tempo sull’uso dello smartphone, delle singole applicazioni, bloccare il telefono o controllarne la posizione.

Come ovvio che sia i genitori amano questo servizio di Google a differenza dei propri figli che lo detestano.

L’applicazione offre diverse funzioni come monitorare l’utilizzo di ogni singola app, vietarne l limitarne l’uso giornaliero.

Altre funzioni sono:

  • Tracciare gli smartphone collegati permettendo di sapere dove si trovano i propri figli;
  • Bloccare o sbloccare le app scaricate da Google Play Store nonché il servizio acquisti in-app;
  • Nascondere delle app da remoto.

Inoltre Google Family Link per bambini ed adolescenti  non può essere disinstallata senza l’autorizzazione dei genitori.

I genitori hanno molto apprezzato l’app che ha ricevuto un punteggio di 4,5 e 200.000 review.  La versione dedicata a bambini ed adolescenti, invece, ha avuto un petteggio 1,7 e solo 25.000 review. Naturalmente questi voti negativi provengono dai ragazzi e questo si può notare da alcuni commenti:

  • Vorrei dare zero ma non si può”
  • Quest’app rovina l’adolescenza”
  • Questa è invasione della privacy .Ti blocca il telefono e non riesci a fare più niente però io ho trovato il modo di acherarlo”
  • Ormai ho 11, so gestirmi”
  • Quest’app si dovrebbe chiamare rovina ragazzi 2.0”
  • Ho 14 anni e non ho più libertà, google ti odio”
  • Quest’app è il motivo per cui adesso preferisco bing”

Presenti anche commenti un po’ bizzarri del tipo:

Voi volete solo soldi quindi se rimuovete questa cosa fareste più soldi perchè più gente sarà online( io il consiglio ve ľ ho dato se poi fra qualche anno tutti passano a IOS non venite a lamentarvi da me)

Per fortuna alcuni ragazzi la prendono dando un giudizio relativo al funzionamento:

“Applicazione stupefacente. Mio padre la sta usando sul mio tablet. Devo ammettere che è un po’ fastidiosa, però funziona benissimo. Complimenti.”

Altri commenti invitano i coetanei a un esame di coscienza:

Insomma chiedetevi perché i vostri genitori non vi ritengono abbastanza responsabili…”

In definitiva di può dire che l’applicazione funziona bene svolgendo egregiamente il suo dovere trovando applicazione in svariati casi.

Consente un uso controllato degli smartphone verso ragazzi che ne abusano sfociando pure a livelli di isolamento patologico e di astrazione dalla realtà.

Revisioned by Gaetano Valenti