Estendere il raggio Wi-Fi gratuitamente

I ricercatori della Brigham Young University BYU mettono a punto un metodo per aumentare la portata WiFi in maniera gratuita ed immediata.

L’innovazione non richiede alcun nuovo hardware per migliorare la portata del segnale per i dispositivi internet. La distanza potrà essere amplificata da un punto di accesso Wi-Fi di oltre 60 metri.

La cosa davvero interessante di questa tecnologia sta tutta nel software, come ha dichiarato Phil Lundrigan, assistente professore di ingegneria informatica alla BYU.

Con un semplice aggiornamento software potremmo installarlo su gran parte dei dispositivi abilitati Wi-Fi.

Il nuovo protocollo On-Off Noise Power Communication è programmato direttamente su quello Wi-Fi esistente utilizzando lo stesso hardware.

Mentre il Wi-Fi richiede una velocità minima di 1 Mbps, il protocollo ONPC riesce a mantenere un segnale molto più basso; si parla di un milionesimo della velocità dati richiesta dal Wi-Fi.

Per fare ciò è stato regolato il trasmettitore in un dispositivo abilitato Wi-Fi per inviare oltre ai dati anche rumore wireless. Sul sensore Wi-Fi è stata programmata una serie di 1 e 0, attivando e disattivando il segnale secondo uno schema specifico.

Il router Wi-Fi è stato in grado di distinguere questo schema dal rumore wireless circostante prodotto da altri dispositivi riconoscendo che il sensore stava trasmettendo anche se i dati non venivano ricevuti.

Secondo Lundrigan, 1 bit di informazione è sufficiente per molti dispositivi abilitati Wi-Fi che necessitano semplicemente di un messaggio on/off. Proprio come un sensore per porte da garage, un monitor di qualità dell’aria o persino un sistema di irrigazione.

Nella ricerca si è implementato con successo il protocollo ONPC, insieme a un’applicazione per gestirlo, “Stayin ‘Alive”. In tale modo si è stai in grado di estendere di 67 metri la portata di un dispositivo standard.

I ricercatori hanno chiarito che il loro protocollo ONPC non è destinato a sostituire il Wi-Fi ma ad integrarlo.

Revisioned by Gaetano Valenti