Apple: MacBook 5G nel 2020

Secondo quanto riportato da Digitimes, Apple è al lavoro per portare la connessione dati su MacBook. Questo sarà possibile tramite l’inserimento di una SIM, come già avviene su iPhone e iPad. Chi acquista e preferisce un MacBook rispetto ai classici iMac lo fa sicuramente per la portabilità, per poter lavorare anche in viaggio o in esterna, senza avere il vincolo della presa di corrente o di una scrivania. 

L’introduzione di una scheda SIM su MacBook permetterebbe di avere una connessione anche in esterna o in assenza di Wi Fi, senza l’utilizzo di Hotspot che influisce gravemente sul consumo di batteria del dispositivo che utilizziamo per usufruire del servizio.

Digitimes afferma che Apple introdurrà questa novità nel 2020, con un MacBook che supporterà addirittura la connessione 5G. Sorprendentemente a quanto si pensava fino a pochi giorni fa, non sarà iPhone il primo prodotto a supportare tale tecnologia, bensì questi nuovi MacBook. Verranno presentati con qualche mese d’anticipo rispetto ad iPhone 2020 (probabilmente giugno).

Non è però tutto oro quel che luccica. Apple potrebbe utilizzare dei materiali ceramici per la produzione di queste antenne per incrementare ulteriormente la velocità di connessione. Questi componenti sono 6 volte più costosi rispetto a quelli in metallo, il che potrebbe portare a un significativo aumento del prezzo.