iPadOS: perché acqusitare Mac?

Il 2 giugno 2019 Apple ha presentato, durante a WWDC annuale, il nuovo iPadOS 13, il nuovo sistema operativo dedicato ai suoi tablet, ora disponibile in beta testing. 

Tra le novità introdotte vi sono vere e proprie rivoluzioni per il mondo iPad tra cui il supporto a dispositivi esterni, al mouse, al multiwindows e al download manager. 

Per tutte le novità di iPadOS 13 clicca su questo link.

È ormai evidente da un paio d’anni a questa parte, con l’arrivo degli iPad Pro e degli ultimi iOS, la spinta di Apple nel mercato Talbet, tanto da renderli l’unica valida scelta nel settore.

Con il nuovo iPadOS 13, che verrà rilasciato al pubblico a settembre 2019 con l’arrivo dei nuovi iPhone, l’iPad si avvicina sempre più al mondo MacBook. L’accoppiata MAcOS Catalina + iPadOS 13 permetterà inoltre a iPad di funzionare come monitor secondario del nostro Mac o addirittura come tavoletta grafica per quelli compatibili con Apple Pencil.

 

iPad o Mac? Cosa acquisto?

La domanda che ora sorge spontanea però è: iPad può sostituire il Mac? Quale dispositivo compro tra i due con l’arrivo di iPadOS 13? Perché comprare un Mac e non un iPad?

Una risposta univoca non esiste. Essa dipende dal vostro utilizzo, dal vostro budget e dall’iPad/Mac che dovete acquistare. Tra un iPad 2017 da 300€ e un MacBook Pro da più di 3000€ il confronto non ha senso di esistere, il secondo vince sul primo a mani basse. Se però invece accorciamo la differenza di prezzo e andiamo a confrontare un iPad Pro da 13” da 1000€ e un MacBook 12” da 1500€ il discorso si fa molto più interessante. La produttività ad alti livelli su questo tipo di Mac non è lontanamente possibile causa potenza hardware e si limita a un leggero photo editing. La potenza di iPad Pro invece consente addirittura, con le giuste applicazioni, l’editing foto e video a livello medio/basso. iPad guadagna inoltre il display touch e il supporto alla Apple Pencil che per studenti e disegnatori è una notevole marcia in più. 

Per l’utilizzo basilare iPad diventa il vincitore indiscusso, diventando quasi paragonabile agli ultimi convertibili Windows. Per l’utilizzo web, social, Office, con l’arrivo delle novità elencate a inizio articolo, potrete dire addio all’opzione MacBook e risparmiare qualcosa acquistando un dispositivo più potente in grado di eseguire un leggero editing foto/video.

Ricapitolando, con iPadOS 13, i MacBook più economici perdono il loro significato, sia per potenza che per prezzo e dimensioni. Tutt’altro discorso vale per i MacBook Pro, iMac, iMac Pro e iMac, che godono indubbiamente di prestazioni decisamente superiori, a discapito di un prezzo decisamente più elevato, rivolto però a un mercato più ristretto e professionale.