Huawei-Trump, il paradosso del blocco

Huawei sta cominciando a pagare il prezzo delle decisioni di Trump

Purtroppo nonostante la sospensione del blocco per alcune aziende leader nel campo dell’informatica e delle telecomunicazioni ( EE Uk tra le prime) in ambito mondiale, Huawei scende con le vendite.

Campanello di allarme in Europa, dove i dispositivi di fascia alta vengono acquistati dai consumatori, in rapporto notevolmente maggiore rispetto ai paesi asiatici.

Blooberg inizia a tirare le somme di questo divieto imposto dagli USA, anche se a tratti il sole fa capolino tra le nuvole davvero grigie per il brand

Google, ad oggi mai ha rilasciato nessun comunicato ufficiale.

Ma nel frattempo sfida Aptoide, riammette al programma beta Q i dispositivi Huawei esclusi.

Il nome del costruttore cinese riappare come per magia nell’elenco di Wi-Fi Alliance.

Ma in attesa del 19 Agosto proprio i consumatori sono il problema maggiore per Huawei.

Gli acquirenti di smartphone guardinghi aiutano Trump a girare le viti su Huawei

Il titolo non lascia spazio all’immaginazione, ebbene si il dubbio di potersi ritrovare tra le mani un dispositivo amorfo, spaventa gli acquirenti.

Infatti l’articolo apparso on line oggi, spiega che ad aiutare il presidente americano nella battaglia cinese, non sono gli ” alleati”.

“Questo è radicato in questo timore che il dispositivo possa perdere funzionalità, essere insicuro, perdere supporto o persino perdere valore tangibile.”  cit. Bloomberg.

Donald Trump dopo il mezzo fallimento ottenuto con le pressioni per bloccare i dispositivi Huawei dalle reti 5G, qualche risultato lo sta ottenendo grazie all’imposizione a Google.

La paura concreta cresce soprattutto come già accennato in Europa, vista la totale o quasi assenza dagli USA ed una fetta del mercato africano, oltre ovviamente al medio oriente.

L’incertezza di cosa accadrebbe qualora il colosso di Mountain View molli definitivamente il brand.

In Francia come riportato da FrAndroid dando risalto a quanto asserito da Bloomberg, le vendite dei dispositivi Huawei sono calate di un quinto, dopo l’annuncio della Casa Bianca.

In Inghilterra, i consumatori e le compagnie telefoniche (quest’ultime escludendo il Mate 20 X 5G dalle promozioni) hanno inferto un colpo letale a Huawei.

Sarà dunque Samsung a ritornare in auge e poter essere di nuovo il produttore numero uno al mondo di dispositivi Android?