Huawei, Ren Zhengfei CEO fondatore non teme Trump (sondaggio)

Huawei, il CEO e fondatore del brand non è preoccupato, ma nel frattempo viene estromesso da WiFi alliance, Jedec e delle autorizzazioni  SD Association .

In una intervista a Bloomberg il proprietario di Huawei Ren Zhengfei, si mostra sicuro di sè e moderatamente preoccupato delle sanzioni, effetti del blocco voluto da Trump

Se Trump chiama, lo ignorerò, quindi con chi può negoziare? Se mi chiama, potrei non rispondere. Ma lui non ha il mio numero.  Ren Zhengfei

Un ritardo di soli due anni nello sviluppo rispetto ad altri brand, ma la consapevolezza economica di poter far fronte alle emergenze, secondo le sue previsioni.

Nel frattempo WiFi Alliance ( organizzazione nata nel 1999 e formata da alcune industrie leader nel settore con lo scopo di guidare l’adozione di un unico standard per la banda larga senza fili nel mondo ) esclude Huawei.
Huawei esclusa da WiFi Alliance

Non ci saranno problemi per le certificazioni, ma il brand cinese verrà escluso nelle decisioni su tecnologie e standard futuri, mettendo Huawei in una posizione minore rispetto agli altri OEM.

Ma non solo, anche JEDEC, la leadership del settore nello sviluppo di standard per una vasta gamma di tecnologie, si aggiunge alla lista dei nemici di Huawei.

Poco importa direte voi, i cinesi investo molto su R&S (ricerca e sviluppo) si rifarà.

Le brutte notizie non arrivano mai da sole.

Infatti SD Association si aggiunge alla lista delle organizzazioni di livello mondiale che escludono l’ OEM cinese. Fonte: Android Authority.

Non potremo usare più le Sd sui dispositivi Huawei?

Assolutamente si.

Primo perche sia per alcuni modelli già in commercio che per quelli futuri, l’azienda ha sviluppato delle schede di memoria proprietarie di dimensioni minori rispetto le microSd standard.

Huawei inoltre aveva inoltre già predisposto l’interruzione nell’utilizzo dello standard di SD Association.

Ricordiamo inoltre che tutti i blocchi imposti nei confronti dell’azienda cinese, hanno ottenuto una sospensione di 90 giorni.

Che dire, nonostante gli aggiornamenti quasi a cadenza quotidiana, non sembra che Huawei possa soccombere nell’immediato.

Ma sarebbe bello conoscere il vostro pensiero amici che ci seguite.

Abbiamo voluto chiedervi cosa ne pensate di questa situazione venutasi a creare, tutto sommato per motivi, forse, distanti dal mondo della tecnologia.

Se volete, rispondete al sondaggio

La vostra opinione è importante per continuare a seguire con costanza questa vicenda. Grazie dal Team EA.

[socialpoll id=”2552162″]