Iphone contraffatti? Apple li ha sostituiti

Un cittadino della Cina residente in Oregon è riuscito a ingannare Apple per un pò di tempo. Questo truffatore che fornisce, o meglio, forniva iPhone falsi come quelli reali, è riuscito nel sostituire ben 1.500 dispositivi in garanzia.

Secondo Bloomberg, i cinesi hanno importato componentistica contraffatta da Hong Kong, consegnando tutto nelle mani del truffatore.

Questa manovra, ha permesso lo scambio con i finti iPhone, per circa 2 anni, con prodotti ovviamente firmati Cupertino.

Durante le indagini, si è scoperto che l’uomo si era lamentato con il produttore, affermando che il suo smartphone presumibilmente si era spento in carica, e non ne voleva sapere di accendersi, ed ecco la magia: un nuovo dispositivo.

Gli esperti Apple non sospettarono immediatamente l’inganno, perché i falsi erano fatti così bene, da risultare prodotti di altissima qualità, fedeli alla casa madre.

Il sospettato che messo di fronte alla corte federale, ha ascoltato le accuse e si è dichiarato colpevole.

Come si è scoperto, i cinesi hanno agito con un partner che era già stato precedentemente accusato di fornire documenti di esportazione falsi, ma ha negato il coinvolgimento nella frode.

Come parte della garanzia, Apple ha accettato un accordo un pò particolare:

gli ha fornito 1.493 smartphone originali, avendo perso ormai la somma di 895.000 dollari su questo e l’uomo si impegna rivendere il dispositivo in Cina, trasferendo denaro tramite sua madre dal suo conto bancario e nel luogo di residenza.

Adesso il truffatore rischia fino a 10 anni di carcere e una multa di circa 2 milioni di dollari.