Huawei negozia con Aptoide!

Huawei negozia con Aptoide! Parte la controffensiva del colosso cinese?

Della difficile situazione di Huawei dopo le decisioni di Trump ne abbiamo e se ne è parlato abbondantemente in questi giorni. E’ una delle questioni più spinose in assoluto nella storia del mondo smartphone. Il risultato di un divieto totale nei confronti di Huawei ha portato infatti molte aziende americane a decisioni nette. Taglio di legami e le collaborazioni con il produttore di smartphone.

Il primo guaio è stato la la revoca della licenza Android di Huawei per dispositivi futuri. Il secondo l’estrazione dal programma beta di  Android Q e ARM. Ma Huawei sta già pensando ad un piano di backup qualora il divieto tornasse in vigore, visto che negli Stati Uniti il divieto è stato ritardato per 90 giorni.

Secondo quanto riferito, Huawei ha chiesto agli sviluppatori di app di inviare le proprie applicazioni alla Galleria App – App Store di Huawei simile al Galaxy Apps Store sui telefoni Samsung.
Questo è il back-up immediato di Huawei poiché molti telefoni Huawei e Honor sono già dotati di App Gallery preinstallata.

Un media portoghese riporta che Aptoide, un’alternativa open source al Google Play Store con oltre 900.000 app e oltre 100 milioni di utenti, sta negoziando con Huawei per sviluppare un’alternativa valida al Play Store.

Ora non ci resta che vedere come andrà a finire per Huawei. La sua partnership con Aptoide sarà la soluzione giusta per tamponare parte del problema? Qualora questo divieto fosse permanente sarebbe dannoso per il business degli smartphone di Huawei? Intanto Huawei negozia con Aptoide, potrebbe essere, in parte, una soluzione al blocco di Trump!