Android Authority:Il divieto per Huawei non è solo negativo per il brand, è un male per Android in generale

Android Authority si sbilancia ed ammette una possibile sconfitta per il SO di Google.

“Non posseggo un telefonino Huawei, non ne comprerò a me me non riguarda”

Secondo Android Authority nel pensare questo si commette un grosso errore, perchè riguarda invece tutti.

Tecnicamente Google in Cina è inesistente ma ha investito molti soldi nella nazione asiatica, inclusa una struttura di ricerca AI.

Project Dragonfly, questo è il nome del  progetto  iniziato nel 2017 da Google.

Un motore di ricerca per abbattere le censure su quasi tutti i prodotti del colosso americano, apparentemente accantonato, ma mai ne è stata fatta comunicazione ufficiale (?).

Ma non solo Google, l’agenzia di informazione Android allarga il discorso

Intel, Qualcomm, Broadcom, Microsoft e altre organizzazioni statunitensi hanno tutte le finanze legate a Huawei in qualche modo.

 Questo divieto di Huawei significa che il flusso di cassa si sta strozzando e ciò danneggerà la linea di fondo per tutti.

Mentre queste aziende che perdono introiti non influenzano direttamente il mondo di Android, lo fanno certamente indirettamente.

 Quando gli stessi pilastri del settore degli smartphone basati su Android stanno subendo una pressione finanziaria, questo riguarda tutto, di solito a partire dalla R & S (ricerca e sviluppo).

 Con meno contanti da bruciare, si avrà meno innovazione, meno rilasci e prezzi più elevati per i prodotti Android.

Anche  Arm sta allontanando tutti gli affari da Huawei , il che potrebbe essere ancora più dannoso per la stessa sostenibilità dell’azienda leader nella progettazione di chips , rispetto alla perdita di Google.

Huawei concorrente di Android

Eccolo il punto su cui batte Android Authority, la consapevolezza che l’azienda cinese, aiutata dal suo governo, se non riuscirà fin da subito, prima o poi avrà il suo S.O.

E allora?

Potete immaginare come sarebbe se un sistema operativo mobile sponsorizzato dallo stato venisse spinto verso i circa 1,4 miliardi di cittadini cinesi? Questa è una parte enorme della popolazione mondiale che ora non usa più Android.

 Android ha dieci anni di vantaggio su Huawei, per non parlare dei vantaggi della natura open source di Android (qualcosa che Huawei e la Cina quasi certamente non supporteranno mai) .

Non sarà forse fin da subito un problema, ma Android prima o poi dovrà incassare un duro colpo.

Il governo cinese e Huawei, si batteranno con le unghie e con i denti in questa guerra fredda

ma Google e Qualcomm avranno il governo dalla loro parte?

Difficile quindi pensare un fallimento di Huawei
Huawei è troppo grande per fallire secondo Android Authority
Huawei è troppo grande per fallire. Android Authority

L’ azienda sta producendo e produrrà dispositivi di assoluta qualità e tecnologia superiore soprattutto nel settore 5G.

Huawei non fallirà, secondo Android Authority, troppo potente finanziariamente e non solo in Cina.

Questo blocco voluto dagli USA porterà ad una svolta in negativo per gli utenti di tutto il mondo.