Galaxy S10 5G brucia Samsung nega malfunzionamenti

Samsung Galaxy S10 5g va a fuoco, il brand sud coreano non ritiene di rimborsare l’utente.

Dopo il Note 7, Samsung ha ritenuto, oltre che a sostituire i produttori, anche ad intensificare i controlli sulle batterie dei suoi devices.

Qualche terminale che ha preso fuco spontaneamente, dopo le dovute verifiche, non ha effettivamente prodotto preoccupazioni tra i consumatori.

Ma le ombre di un “problema” riemerge con un dispositivo di un utente sudcoreano, che non ha esitato a postare le immagini.

Dal racconto del proprietario del Galaxy S10 5G, emerge che il terminale era poggiato sul tavolo ed ha iniziato spontaneamente a “bruciare”,

Poco dopo, la casa era piena di fumo proveniente dal telefonino.

Samsung Galaxy S10 5g brucia
fonte SamMobile

Non sono chiari alcuni aspetti, vale a dire se il Galaxy S10 5G fosse in carica o meno e se l’utente sudcoreano stesse usando un carica batteria di terze parti.

Ricordiamo che S10 5G è dotato di una  batteria da 4.500 mAh e supporta la ricarica rapida da 25 W, non la ricarica da 15 W sui normali Galaxy S10.

Ovviamente Samsung non da peso alla cosa e come riportato da fonti vicine al brand, sembra che non sia disposta ad ammettere che vi siano dei problemi, nonostante i trascorsi.

Potrebbe trattarsi effettivamente di un caso isolato, qualora la notizia fosse fondata, che con l’aiuto di una parte della stampa non favorevole a Samsung, aiuterebbe a danneggiarne l’immagine del marchio.

Ma visto l’avvicinarsi del lancio del Galaxy Fold, queste notizie non sono prese bene dall’ OEM e sinceramente un po’ tutti gli estimatori si augurano sia fuoco di paglia.

Come in realtà risultò poi essere l’incendio spontaneo del neo Top di Gamma Note 9.