Galaxy Fold, niente debutto!

Il debutto commerciale era previsto per il 26 aprile negli Stati Uniti e il 3 maggio In Italia.
Ed ecco la sorpresa: Samsung ha scelto di posticipare il lancio, senza stabilirne una ipotetica.
La causa? Per poter indagare sui problemi evidenziati nel corso degli ultimi giorni e in questo modo assicurare un debutto senza problemi.
Ora bisogna attendere e verificare gli annunci ufficiali che Samsung farà nel corso delle prossime settimane, così da capire quando e in che modo Galaxy Fold entrerà in commercio.

Lo spettro di Note 7, lo smartphone business dell’omonima casa che per un problema di ingegnerizzazione della batteria è stato ritirata dal commercio dopo pochi giorni.

Samsung sicuramente sfrutterà questo periodo, per eseguire una serie ulteriore di test interni, rispetto a quelli fatti fino ad ora nella fase di sviluppo del prodotto.

Anche con feedback forniti da quei giornalisti che hanno provato il prodotto negli ultimi giorni evidenziando casi di danneggiamenti allo schermo pieghevole.

La casa coreana nella propria nota ufficiale, ha segnalato che in prima battuta, i problemi nelle aree “esposte, in alto e in basso alla cerniera, le parti con i maggiori problemi in caso di impatti.

Altro difetto è legato alla rimozione di una pellicola che sembra un tradizionale strato protettivo del display, che in realtà è una componente necessaria per garantire la dovuta rigidità strutturale.

Un secondo problema, si mostra con l’ingresso di polvere e sporco sotto al display
Per questo motivo l’azienda interverrà ad incrementare la protezione del display, intervenendo anche sullo strato protettivo posizionato sopra lo schermo come una pellicola.

Oltre a ciò, anche alcune sostanze presenti all’interno del prodotto si sono rivelate disastrose per le prestazioni dello schermo.

Non sappiamo quanto tempo sarà richiesto a Samsung per implementare tutte le migliorie richieste a Galaxy Fold, ma non sarà una questione di pochi giorni.

La scelta di Samsung è giusta, ma denota sempre più la “fretta” del mercato, nel ricercare sempre prodotti nuovi, anche se non pronti effettivamente.
L’infinita corsa per provare ad arrivare prima, ovviamente porta a fare errori e a difetti di costruzione/stabilità.

Di positivo c’è che i test dell’utente finale, hanno portato alla luce debolezze alquanto discutibili, sopratutto dopo le prove di laboratorio tanto pubblicizzate.