Mozilla sfida iOS

Le pubblicità di Apple nell’ultimo anno sono state incentrate su un’idea: la privacy.
Con i suoi telefoni e messaggi crittografati per l’anti-tracciamento nei browser, Apple sta superando seri problemi, ma il colosso di Cupertino è tutt’altro che perfetto e ha i suoi critici sulla privacy, uno dei quali sta mettendo in luce la tecnologia di localizzazione di iPhone di cui la maggior parte degli utenti non è a conoscenza.

Una petizione lanciata questa settimana da Mozilla, sta chiedendo a Apple di rendere più difficile per gli inserzionisti, tracciare gli utenti di iPhone, implementando una rotazione mensile automatica dell’ID univoco (un “identificatore per inserzionista” o IDFA) fornito con ogni nuovo iPhone.

Mozilla è naturalmente, l’organizzazione del software libero basata sulla Silicon Valley, dietro il browser Firefox e altri software gratuiti.
Ashley Boyd di Mozilla infatti spiega in un post sul blog:

La modifica dell’IDFA ogni mese, consentirebbe agli inserzionisti di fornire “annunci pertinenti” agli utenti, ma sarebbe più difficile per le aziende costruire un profilo su di se nel tempo

Infatti, i possessori di iPhone possono disattivare il tutto con una semplice procedura: Impostazioni>Privacy  > Pubblicità > “Limita il monitoraggio degli annunci”.

È anche possibile disattivare gli annunci basati sulla posizione, selezionando:

Impostazioni>  Privacy  > Servizi di localizzazione> Servizi di sistema e disattivando “annunci Apple basati sulla posizione”.

Ecco perché Mozilla chiede a Apple di agire autonomamente.
L’IDFA “consente agli inserzionisti di tenere traccia delle azioni intraprese dagli utenti, quando utilizzano le app”, secondo Mozilla.

“È come un venditore che ti segue da un negozio all’altro mentre fai shopping e registra ogni cosa che guardi.”

Apple adesso come si comporterà?