Servizi Google. Come disattivare tracciamento e localizzazione

Come disattivare tracciamento e localizzazione dei servizi Google? EA vi propone questa semplice guida

Le aziende tramite Google possono infatti risalire alla nostra posizione, localizzarci ed effettuare un vero e proprio tracciamento della nostra posizione. E questo potrebbe portare a fastidiose conseguenze. Google, il motore di ricerca più famoso al mondo, utilizza tali informazioni per girarle alle aziende e fornirci pubblicità relativi alla nostra posizione.

Questo tipo di attività è diverso rispetto ai cookie. Questi possono causare il fenomeno del tracker e fornirci pubblicità mirate per gli acquisti. Le posizione geografica rilevata da Google  permetterebbe alle aziende di informarci su ristoranti e negozi fisici vicini alla nostra posizione. E’ possibile però impedire la tracciabilità della nostra posizione quando siamo connessi e oggi vedremo nello specifico come fare.

Bisogna recarsi nelle impostazioni cliccando sulle tre palline verticali in alto a destra. Poi andare su “Le mie attività” e poi cliccare su “Gestione attività”. A questo punto è possibile spuntare le voci “Attività web e app” e su “Cronologia delle posizioni”. Disattivandole non sarà però più possibile utilizzare Google Home e l’assistente vocale.
Se volete essere ancora più sicuri di non avere “pedinamenti”, allora potete cambiare anche le impostazioni del vostro smartphone.

Per Android basta andare su Sicurezza e Blocca Schermo. Clicchiamo a questo punto su “App con accesso ai dati utilizzo”. Per iOS invece andare in Impostazioni. Premere su Privacy e poi su Localizzazione. A questo punto dobbiamo assicurarci che le app di Google, come ad esempio Google Maps abbiano la dicitura “se in uso”, ciò vorrà dire che Google avrà solo dati parziali sulla nostra attività, e non riguardanti il tracciamento della posizione.

Ecco che i servizi Google e quello che ne consegue sono disattivati