Apple: Occhiali AR sono realtà!

Secondo un noto analista Ming-Chi Kuo, esperto del mondo di Cupertino, i primi visori per l’Ar della Mela verranno lanciati a metà del 2020 e commercializzati come un accessorio dell’iPhone.

Il dispositivo non dovrebbe quindi essere indipendente, ma dovrebbe funzionare semplicemente come uno schermo aggiuntivo, connesso in wireless al cellulare.

Tutte le capacità di calcolo rimarrebbero nello smartphone, permettendo ad Apple di progettare un visore leggero e sottile.

Le voci sul possibile lancio di un prodotto hardware Ar da parte di Cupertino, si rincorrono da tempo.

Ad esempio, lo scorso anno, l’analista Gene Munster di Loop Ventures aveva pronosticato l’arrivo sul mercato di questo dispositivo nel 2021.

Gli occhiali per la realtà aumentata potrebbero portare nelle casse di Apple, secondo Munster, circa 13 miliardi di dollari solo nel primo anno di vendite.

Ma ancora prima, nel 2017, era stata Bloomberg a rilanciare l’ipotesi degli occhiali per l’Ar di Apple, ipotizzandone la presentazione nel corso del 2019.

C’è comunque un gran fermento attorno a questa tipologia di dispositivi.

Proprio negli ultimi giorni sono comparse in rete le immagini della seconda generazione dei Google Glass Enterprise Edition, per i quali Big G ha già ottenuto il via libera della Federal Communications Commission statunitense.

E ancora, secondo le indiscrezioni, il device impiegherà un processore Qualcomm Snapdragon 710, 3 GB di memoria, una videocamera con sensore da 32 megapixel (per registrare video in 4K), modem Lte, modulo Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0 e porta Usb Type-C per trasferimento dati e ricarica.