PREZZI BASSI, GUIDA ALL’USATO SICURO

Oggi vedremo come, in base all’ esperienza maturata anche con l’aiuto degli utenti, come acquistare uno smartphone usato veramente conveniente e non rischiarare di incappare in a qualche truffa .

Assicurarsi come prima cosa che vi siano diverse foto nel post, se non si vuole nascondere difetti e si davvero vendere il prodotto, non si avranno remore a mostrare lo smartphone a 360 gradi, così da convincere più persone e rendere più facile la vendita.

Diffidate assolutamente di post con solo immagini prese da internet.
Chi, invece, vende come “praticamente nuovo” un prodotto non in buono stato, sicuramente tenderà a mostrare meno dettagli possibili nel post.

Lo scambio a mano è sempre da preferire, così da poter verificare visivamente lo stato effettivo del dispositivo e il suo completo funzionamento, pagando il prodotto solo una volta accertato il tutto.

Nel caso questo non fosse possibile il consiglio è quello di pagare con paypal;

È completamente gratuito e nel caso di denuncia per prodotto inesistente o danneggiato si ha una grossa probabilità di avere la restituzione del proprio denaro.

È infatti noto che, chi vuole truffare, non voglia mai avere bonifici tramite paypal ma solo con prepagata dove questo servizio non viene offerto e nel caso abbiate ricevuto una “scatola di scarpe piena di sassi” non si potrà fare più nulla.

Il consiglio è quello di verificare il pagamento.

La situazione migliore è quella in cui il venditore possa mostrarci un documento di acquisto sia esso scontrino o fattura.

Nel caso in cui ci sia una valida motivazione ( diffidate da chi accampa scuse poco credibili).

Verificare con il produttore che la garanzia sia valida e consultare il sito qui

Per controllare che L’ IMEI non sia in Black list, ovvero acquistato a rate e bloccato da operatore.

il codice IMEI si trova sulla scatola, in info dispositivo o “chiamare il codice *#06#.

Diffidate di prezzi “bassi” e una tangibile “vendita” frettolosa, quindi non abbiate timore di chiedere tutte le informazioni del caso.

Lo staff di EA rimane comunque sempre vigile su eventuali regole non rispettate che servono proprio per diminuire le probabilità di truffe.