7 consigli per allungare la vita della batteria

Dopo un sostanziale numero di cicli di ricarica, la batteria dello smartphone comincia a mostrare segni di cedimento. L’autonomia diminuisce e si possono verificare curiosi spegnimenti improvvisi. Purtroppo la tecnologia delle batterie al litio ha questo limite e, in qualunque caso, prima o poi sarà necessario sostituire la batteria o lo smartphone. Tuttavia, con alcuni accorgimenti è possibile allungare la vita utile della batteria.

Non bisogna essere degli esperti informatici, ma basta semplicemente avere un po’ di pazienza e accortezza nel seguire alcuni semplici consigli. Questa breve guida è costruita ad hoc per presentarvi alcuni pratici accorgimenti con cui potete ottimizzare la vita utile della vostra batteria. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

1. Utilizzare un caricabatterie originale o certificato

Ogni device viene fornito con il proprio caricabatterie in confezione. È buona norma utilizzare quello per effettuare una ricarica in completa sicurezza. Alternativamente, è possibile utilizzare un caricabatterie certificato di buona qualità, avendo cura di controllare che la potenza che l’alimentatore genera sia la stessa di quella del caricatore originale.

In realtà sulla questione della potenza dell’alimentatore c’è una precisazione da fare. In genere sul caricatore sono riportati due parametri a cui bisogna fare molta attenzione: i Volt e gli Ampere. La tensione dell’alimentatore compatibile, espressa in Volt (V), dovrà essere uguale o inferiore a quella dell’alimentatore originale. Mentre la corrente fornita, espressa in Ampere (A), dovrà essere uguale o superiore a quella indicata sull’alimentatore originale. Quindi, se il caricabatterie originale è un 5V-1A, bisognerà acquistare un alimentatore compatibile che abbia una tensione massima di 5V ed eroghi almeno 1A.

2. Usare la ricarica rapida solo se è strettamente necessario

La ricarica rapida, quando disponibile, è una funzione molto utile che consente di ricaricare il proprio smartphone più velocemente del normale. Tuttavia, siccome le batterie al litio soffrono le alte temperature e la ricarica rapida tende a surriscaldare la batteria, questo tipo di ricarica tende a deteriorare più velocemente la batteria dello smartphone.

Come evitare l’utilizzo della ricarica rapida?

Se l’alimentatore fornito in confezione è un caricabatterie rapido, basterà procurarsi un normale caricatore 5V-1A di buona qualità e utilizzare quello per la ricarica.

3. Non scaricare mai completamente la batteria

A differenza delle vecchie batterie al nickel-cadmio, le moderne batterie al litio non vanno scaricate completamente. Infatti, scaricare lo smartphone fino allo spegnimento, alla lunga, accorcia la vita utile della batteria.

In realtà, l’ideale sarebbe mantenere la carica sempre tra il 20% e l’80%. Purtroppo, siccome l’autonomia della maggior parte degli smartphone è tarata sulla giornata, non ricaricare completamente la batteria potrebbe essere problematico per riuscire a coprire un’intero giorno di utilizzo.

4. Evitare di scollegare e ricollegare il dispositivo durante la ricarica

Purtroppo quello dello stacca e attacca è un vizio molto diffuso. Questa pratica nuoce alla batteria perché aumenta il numero di cicli di ricarica effettuati. Infatti, le batterie al litio sono tarate su un certo numero di cicli di ricarica, ultimati i quali le prestazioni della batteria non sono più assicurate (in genere i cicli di ricarica sono compresi fra i 500 e gli 800).

5. Attenzione alla ricarica wireless

La ricarica wireless è sostanzialmente una ricarica lenta. Tuttavia, bisogna far attenzione a far combaciare esattamente il caricabatterie con lo smartphone al fine di ottimizzare la trasmissione e evitare surriscaldamenti.

6. Attenzione alle cadute

Le cadute non possono danneggiare solo la scocca e lo schermo del dispositivo, ma anche la batteria. Infatti, le cadute accidentali possono danneggiare le celle della batteria e mandare in corto circuito tutto il terminale. In casi eccezionali, lo smartphone potrebbe addirittura esplodere!

7. Occhio alla temperatura

 Il litio, il materiale con cui sono realizzate tutte le batterie dei device mobili, come accennato, soffre il calore e le alte temperature influiscono negativamente sulla durata delle batterie. Generalmente è bene evitare di mettere in carica lo smartphone se questo è già caldo.

Molto importante è anche la temperatura della stanza. Per una ricarica perfetta, la temperatura deve essere intorno ai 20 gradi (la fascia di tolleranza va dai 5 ai 45 gradi). Qualunque temperatura superiore o inferiore alla fascia 5-45 gradi centigradi, danneggia inesorabilmente la batteria.

Il numero 7 era l’ultimo consiglio di questa breve guida. Ora, conosci tutto quello che serve per ottimizzare la vita utile della tua batteria!