U13+ sarà il primo flagship HTC con supporto alla rete 5G

Dopo il lancio, avvenuto in sordina, dell’innovativo HTC Exodus 1 e l’annuncio della collaborazione con Sprint per la produzione di un modem 5G; non era chiara la linea di azione che l’azienda taiwanese volesse assumere per la produzione di smartphone per il prossimo 2019.

Questo 2018 non è stato un anno roseo per HTC in termini di fatturato, infatti è la prima volta che l’azienda non riesce ad arrivare nemmeno a un miliardo di euro. Darren Chen, presidente della compagnia taiwanese, sembra però avere le idee chiare per quanto riguarda il 2019, per il quale è già stata delineata una strategia di produzione. La linea di azione dovrebbe portare HTC a concentrarsi esclusivamente sui dispositivi di fascia media e su quelli di fascia alta.

Per quanto riguarda la fascia medio-bassa, HTC ha già mosso i primi passi presentando il suo dispositivo più economico: il Desire 12S. La linea di principio dovrebbe essere similare, portando all’uscita di nuovi smartphone della serie Desire durante il primo trimestre del 2019.

Per quanto riguarda la fascia alta del mercato, inizialmente c’è stato qualche dubbio. Si pensava, infatti, che HTC avesse intenzione di allungare l’emivita dell’ U12+ e delle sue altre varianti, lasciandole in commercio anche per il prossimo anno.
Alcune indiscrezioni sembrano, però, smentire quest’ultimo punto. Secondo la fonte, HTC starebbe pianificando di sostituire l’U12+ con il nuovo U13+. Tra le principali novità che lo smartphone dovrebbe presentare c’è il supporto alla connessione 5G. Un’ipotesi assolutamente verosimile vista la collaborazione con Sprint annunciata qualche settimana fa e a cui si accennava poco sopra.

Tra le altre attività previste nel 2019 anche una maggior promozione legata agli smartphone blockchain, visto il successo dell’Exodus 1 che ha fatto registrare il tutto esaurito. Anche in termini di Realtà Virtuale dovrebbero arrivare importanti novità grazie al Viveport. Il nuovo store con cui HTC sfida i colossi del settore, App store e Play Store prima di tutti.

Si spera che le scelte della dirigenza HTC per questo 2019 riescano a riportare in luce uno dei brand che per molti anni ha trainato il mercato della telefonia mobile.