Tra le tante novità per Galaxy S10 ricarica rapida più veloce?

Leggendo le caratteristiche del dispositivo di punta del più accanito concorrente di Samsung,   ci si accorge che qualcosa non va.

Huawei, ha  la possibilità di ricarica wireless  inversa sul suo nuovo P20 Pro e  riesce  in 45 minuti a caricare dell’80%  una batteria di 4000mha. Senza contare che la ricarica rapida di Oppo VOOC addirittura il 75% in 25 minuti.

Con tecnologia Quick Charge 4.0+,  si può arrivare  fino a 27 watt di potenza,  mentre la soluzione personalizzata dei brand cinesi, arriva a 40 W.

Ora, Samsung con Quick Charge 2.0 ( o Fast Charge ) , che tra l’altro riesce a sviluppare 18 w, ne sfrutta solo 15 sui suoi dispositivi. E’ emerso che comunque con i nuovi Galaxy serie S, almeno il dispositivo S10+ offrirà la ricarica  wireless inversa , che potrebbe già di per se portare a pensare ad una batteria di 4000mha.

Verrà abbandonata la ricarica standard?

Il colosso sud coreano, come si legge da  un twitter su Ice Univers,  potrebbe abbandonare la velocità standard di Qualcomm per offrire tempi di ricarica rapida ben oltre i valori attuali, mettendo nel cassetto l’incubo del Galaxy note 7  che tormenta le notti dell’OEM (n.d.r).

Ma addirittura, sempre da un twitter  su Ice Universe, le nuove batterie a base di grafene, potrebbero fare la loro comparsa dal Galaxy  Note 10 in poi.

Di sicuro Samsung qualcosa dovrà pur fare, se vuole tener testa ai suoi concorrenti Android, così davvero non può gareggiare per i primi posti nelle classifiche di vendita, che la vedono scendere sempre di più , di trimestre in trimestre.

La ricarica rapida e le sue legende sul deterioramento della batteria, sono all’ ordine del giorno tra i dubbi che assalgono i possessori di smartphone di ultima generazione.

Comunque  Huawei & co., offrono una tecnologia all’ avanguardia e sarà poi l’utente finale a stabilire se usarla o meno (magari sostituendo il caricabatteria, con uno meno potente del 5A Supercharge, qualora non lo consenta il software) e forse è il caso che lo faccia anche Samsung.

[socialpoll id=”2532162″]