Samsung ,Lenovo, Xiaomi. La corsa verso Snapdragon 855

7nm TSMC, frequenza massima raggiunta, 8 nuclei, 2.8Ghz, supporta modem proprietari e non per la velocità di connessione 5G.
Ecco la carta d’identità del nuovo processore Qualcomm  Snapdragon 855 , a cui fanno la corte brand del calibro di Apple, Huawei, Samsung, Xiaomi e Lenovo .
Tutti i produttori di alta quota, vorrebbero il nuovo chips sui propri terminali, ma chi la spunterà?
Prendiamo spunto da considerazioni di editoriali asiatici, che danno delle percentuali elevatissime a Samsung, di riuscire ad “accaparrarsi” le prestazioni di questo fantastico processore, presentato da Qualcomm nel mese scorso, quando a fare da partnership, vi era proprio il brand sud coreano.
Ci sono , a nostro avviso alcune considerazioni da fare, di sicuro vi è l’appoggio a Samsung da parte di Google e i vettori americani, Verizon, AT & T, T-Mobile e Sprint per quanto riguarda la connessione 5g (giusto per dovere di cronaca, Qualcomm è un’azienda californiana, n.d.r), Stati Uniti e Corea del sud, saranno i mercati dove il Galaxy S10+ 5g, verrà venduto.
Ma in realtà Apple, Huawei ( che pure sta investendo molto sulla rete 5g) Xiaomi, resteranno a guardare?
Per non parlare di Lenovo, leader di mercato per PC e notebook,  che ha dato una mano a Qualcomm, nei momenti di bisogno, per criticità sulle reti 5g, e a sua volta, sta cercando di affacciarsi al mondo della telefonia e vorrebbe farlo, a questo punto, puntando sul SoC Snapdragon 855 sperando in una sorta di gratitudine, per l’aiuto prestato.
I confronti emersi da esimi esperti in tecnologia, danno in pole position in termini di prestazioni Snapdragon 855 a discapito di Exynos 9820, che come sempre, sui device Samsung, coprirà i mercati europei, ameno inizialmente, fino a che la rete 5G verrà ampliata.

A vostro parere, chi riuscirà a convincere Qualcomm, ad alimentare i propri dispositivi, o con un’ inversione di rotta, potremmo assistere alla distribuzione non vincolata?