Backup di WhatsApp a rischio cancellazione

Per gli utenti Android, il backup di WhatsApp viene archiviato nei  server di Google Drive.

Premessa necessaria per anticipare quanto potrà avvenire all’archiviazione dei nostri dati, qualora da più di un anno non abbiamo provveduto ad effettuare un backup.

In virtù di accordi presi dal colosso di Mountain View e l’app di messaggistica istantanea, che dal 2014 fa parte del gruppo Facebook,  gli utenti potranno fruire di uno spazio illimitato, inizialmente di 15 GB free, rendendo necessario però eliminare dati obsoleti dal server di Google Drive.

Purtroppo eventuali salvataggi in extremis, dovevano essere effettuati entro il 30 ottobre, ma non tutti i mali vengono per nuocere, visto che ora  avremo tutto lo spazio necessario per mettere al sicuro i nostri dati, foto o video.

La nuova funzione per il backup delle proprie conversazioni è attiva a partire dal 12 novembre 2018.

Il consiglio è infine quello di impostare esegui backup solo “tramite Wi-Fi”, il rischio infatti è quello di consumare molti giga del nostro traffico dati se non eseguiamo il backup con una connessione wireless. Ricordiamo inoltre che l’accordo riguarderà solo gli utenti WhatsApp Android, chi possiede un iPhone continuerà a salvare le proprie chat come sempre su iCloud.