iPhone X torna in produzione: tagli ai prezzi di iPhone XR

Stando a quanto afferma un rapporto del Wall Street Journal dello scorso 22 Novembre, Apple avrebbe deciso di abbassare i prezzi del nuovo iPhone XR in Giappone, offrendo sussidi alle compagnie. Le riduzioni dei prezzi -ancora non quantificabili- dovrebbero entrare in vigore da questa settimana. C’è da sapere, però, che il prezzo di vendita di 750$ in questo paese è mascherato dai contratti corriere in bundle. Questa strategia di abbassare i prezzi nei mercati dove gli smartphone hanno prestazioni inferiori non è nuova all’azienda di Cupertino e lascia pensare che difficilmente tali tagli di prezzo lambiranno il nostro bel paese. È piuttosto sconcertante assistere a questi tagli proprio in Giappone, dove iPhone ha un dominio assoluto sul mercato degli smartphone. Anche se c’è da dire che iPhone XR sembra completamente surclassato dal sempreverde iPhone 8, ancora molto valido come smartphone.

Parlando ora di iPhone X, per tenere fede a quanto preannunciato con il titolo, l’azienda della mela morsicata ha deciso di riavviare il ciclo di produzione di questo smartphone. Secondo il Wall Street Journal tale decisione è dovuta, in parte ai vincoli contrattuali di Apple con Samsung Display, ma anche ad una domanda ancora molto alta del prodotto. A causa della lentezza nella vendita e nella produzione dei nuovi iPhone XS ed iPhone XS Max, riportare alla luce iPhone X consentirebbe ad Apple di utilizzare le componenti dello schermo OLED in eccesso su di un prodotto che si è dimostrato molto popolare durante la sua breve vita, ad un prezzo scontato e più abbordabile. Naturalmente non è chiaro se iPhone X tornerà in vendita in tutto il mondo ed è altamente improbabile che Apple renda disponibili alcune scorte del melafonino tramite gli Apple Store.