I nuovi iPad Pro: belli, potenti e funzionali ma…

Durante il Keynote di ottobre, tenutosi martedì 30, Apple ha presentato, tra i tanti prodotti, i nuovi iPad Pro da 11” e da 12.9”.
I dispositivi sono stati completamente ridisegnati, insieme ai relativi accessori (Apple Pencil e Smart Keyboard), ma procediamo con ordine:

Come già anticipato i nuovi iPad sono disponibili in due dimensioni relativamente, con schermo Liquid Retina LCD a 120 Hz da 11” e da 12.9” True Tone, con design senza bordi con angoli arrotondati, senza però la presenza della tanto discussa notch.
Sparisce di conseguenza il tasto home e, ovviamente, il Touch ID, sostituito con il Face ID con la stessa tecnologia True Depth dei nuovi iPhone (con possibilità di sbloccare anche in tutte le angolazioni). La navigazione all’interno del software lascia spazio alle gesture, anch’esse ereditate completamente dagli iPhone X, XS e XR.

I bordi, così come il retro, restano in alluminio ma hanno un nuovo look squadrato, stile iPhone 5. Questi nuovi iPad sono i più sottili mai creati, con uno spessore di soli 5.9 mm.
Così come in tutte le versioni Pro, troviamo la presenza dei 4 altoparlanti e dello Smart Connector che, a differenza di quanto detto dai rumors, resta sul lato e non viene spostato sul retro.

La fotocamera a 12 MP, purtroppo sporgente, ha subito un downgrade rispetto alla vecchia generazione, con la presenza di soli 5 lenti, a differenza delle 6 precedenti, con possibilità di registrare fino a 4K 60 FPS e 1080p a 120 FPS e scattare Live Photo. La fotocamera frontale, a 7 MP, introduce le Animoji, le Memoji e lo scatto in modalità ritratto con la possibilità di modificare la sfocatura e l’effetto, in linea, anch’essa, con i nuovi iPhone.

Il Chip presente all’interno dei nuovi iPad è un A12X Bionic, con CPU a 8-core e GPU a 7-core.
La RAM varia dai 4 GB (per il modello da 64 GB) a 6 GB (per il modello da 1 TB).
Il connettore Lightning viene sostituito dalla USB-C che consente di beneficiare di tutte le sue funzioni, con la possibilità, se necessario, di caricare anche i nostri smartphone.
Viene inoltre rimosso il jack delle cuffie da 3.5 mm.

La nuova Apple Pencil di seconda generazione, si collega magneticamente all’iPad, consentendone anche la ricarica. Possiamo quindi dire addio al vecchio e scomodo collegamento tramite porta Ligthning a favore dell’induzione. Viene inoltre aggiunto il doppio tap personalizzabile, come sulle AirPods, che consente, in base al contesto e all’applicazione di eseguire un azione (ad esempio nell’app note consente di cambiare strumento durante il disegno). Presentata anche la nuova Smart Keyboard di seconda generazione che consente diverse angolazioni a seconda dell’uso.

Tutto molto bello e futuristico ma… il prezzo? Come al solito Apple, anche in questo caso fa, purtroppo sul serio. Partiamo dalla configurazione base da 64 GB per il modello da 11”Wi-Fi al prezzo di 889€, abbastanza in linea con i nuovi iPhone, per arrivare a un massimo di ben 2119€ per la versione da 12.9” con Wi-Fi e 4G. Apple Pencil e Smart Keyboard continuano a essere venduti separatamente al prezzo di 135€ e 199 o 219€ (in base alla diagonale di iPad)