Schizzi digitali su iPad: Adobe Photoshop Sketch

Come è ormai noto a molti, da quest’anno è possibile usare la Apple Pencil anche sulla versione semplice di iPad, per intenderci, la versione non Pro del celebre tablet di Cupertino. Grazie a questa nuova feature risulta ancora più divertente disegnare con iPad, soprattutto per gli appassionati del genere, che riescono a tirare fuori opere interessanti ed esaltanti anche con il solo utilizzo di questi semplici strumenti. Esistono divrerse app utili a questo scopo. L’intento dell’articolo di oggi è quello di portare alla vostra attenzione quella che, a seguito di un’attenta prova, è risultata essere la più semplice e immediata da utilizzare: Adobe Photoshop Sketch.
Per chi è già abituato a utilizzare Photoshop su PC o Mac noterà subito una certa somiglianza tra l’app che si sta illustrando ed il programma di fotoritocco per eccellenza. Sketch offre una serie di strumenti di disegno, che è certamente limitata rispetto a quella di Photoshop, ma che è comunque sufficiente per tirare fuori disegni e schizzi di buona fattura.
La modalità d’uso combinata consente di tenere sulla stessa schermata il disegno su cui si sta lavorando, gli strumenti (sulla sinistra) ed i livelli (sulla destra). Infatti, proprio come su Photoshop, è possibile organizzare il disegno con una serie di livelli sovrapponibili che sono classificati in “livelli schizzo” e “livelli immagine”. I primi sono editabili con gli strumenti dell’app (come le immagini rasterizzate di Photoshop) mentre i secondi, per essere editati devono essere necessariamente convertiti in livelli schizzo (con un processo molto simile alla rasterizzazione di Photoshop).
I pennelli integrati offrono molte possibilità creative e sono classificati in matite, pennarelli, acquerelli, gomme e pennelli personalizzabili. Questi ultimi possono essere creati con Adobe Capture CC: app che consente di trasformare qualsiasi foto in un pennello per Sketch ed è avviabile direttamnte dall’app. I pennelli personalizzati, creati con Capture CC, possono essere salvati in Creative Cloud Libraries per accedervi rapidamente in Sketch e nelle App desktop di Adobe.
Uno strumento di fondamentale importanza è rappresentato, inoltre, dalle griglie prospettiche integrate in Sketch che consentono di abbozzare facilmente una vista tridimensionale su un supporto bidimensionale, aiutando a dominare la prospettiva della visualizzazione.
Una volta ultimato il lavoro è possibile condividerlo con Illustrator per ridimensionarlo fino a quattro volte, processo utilissimo per la stampa ad alta qualità. È anche possibile inviare il lavoro a Photoshop come file .psd conservando tutti i livelli, di modo da poter isolare facilmente tutti gli elementi grafici.
Insomma, Adobe Photoshop Sketch è un’applicazione indispensabile per chi vuole godere appieno delle potenzialità della Apple Pencil, che sembra essere uno strumento potentissimo se dedicato al disegno.
UN APPUNTO POCO ORTODOSSO
Io sono Luigi Arcopinto e sono un architetto. Mi diverto molto a usare la Pencil per abbozzare schizzi di idee e per catturare le prospettive di opere di autori famosi nel panorama architettonico internazionale.
L’immagine allegata a questo articolo è una mia area di lavoro dedicata alla restituzione prospettica del Guggenheim Museum di New York. Spero che il mio articolo sia utile per introdurvi all’uso di questa app utilissima e che consente alla Pencil di sprigionare tutte le sue potenzialità.