Apple Watch Serie 4: la vera sopresa del Keynote 2018

Non è che non ci aspettassimo il lancio di un nuovo Apple Watch al Keynote tenuto allo Steve Jobs Theatre lo scorso Mercoledì, tuttavia non ci aspettavamo minimamente che fosse un prodotto così interessante.
A giudicare dalle caratteristiche tecniche è un punto di svolta sia per Apple, che ora ha a listino il dispositivo indossabile più evoluto sul mercato, sia per il settore dei wearable in generale che sono un punto di innovazione tecnologica con una potenzialità ancora inespressa. Il nuovo orologio della mela morsicata sarà acquistabile dal 21 Settembre -a partire da 439 euro- in tutti gli store Apple e Vodafone, questo perché il Watch arriva con una sim virtuale integrata che ne consente l’utilizzo slegato dall’iPhone, funzione disponibile in altri paesi già sul Series 3 che per la prima volta arriva anche in Italia grazie a una convenzione proprio con Vodafone che probabilmente sarà poi estesa ad altri operatori.
Ad un colpo d’occhio veloce si nota subito che i nuovi Apple Watch sono stati davvero ripensati, questo soprattutto grazie al display che segue l’andamento sinuoso della scocca ed è più grande del 30 % rispetto al modello precedente. Crescono anche le dimensioni del terminale, si passa a 40 e 44 millimetri, tuttavia il corpo si assottiglia leggermente nello spessore. Ripensate anche la corona, che ora permette un feedback aptico sullo scorrimento e la Watch Face per ottimizzare meglio il display rinnovato che permette l’inserimento di un numero maggiore di informazioni.
È stato riprogettato anche il fondo dell’orologio che ora integra un nuovo cardiofrequenzimetro elettrico: lo strumento che tutti i Watch possiedono e che consente di monitorare i battiti cardiaci.  Nel nuovo modello però, il cardiofrequenzimetro è stato collegato alla corona, su cui occorre posizionare il dito per qualche istante per estrapolare una sorta di elettrocardiogramma consultabile dall’applicazione apposita.
Nonostante le innovazioni, le iconiche linee generali dell’Apple Watch sono rimaste le stesse e, fortunatamente, tutti i vecchi cinturini sono compatibili con questo nuovo e interessantissimo wearable.